Tutto è viaggio

Postato il Aggiornato il

Andrea ci manda questo testo dicendo che è un po’ fuori tema essendo il ‘sogno’ il filo conduttore del blog.
Ma in fondo come dice Edgar Allan Poe:
‘Viaggiare è come sognare: la differenza è che non tutti, al risveglio, ricordano qualcosa, mentre ognuno conserva calda la memoria della meta da cui è tornato.’
E allora ecco a voi il testo.

Ricordo bene quell’attimo,l’imponente porta finestra che si spalanca,bianca, lucida e assolata; inizio a correre come se non ci fosse un domani; come una mosca poso lo sguardo, ora su una fontana, ora sulle aiuole fiorenti.
E’ l’agosto del 1996, mia madre mi ha descritto più volte quella scena, Versailles, finita la visita tra le sue innumerevoli stanze, ecco, il giardino. Leggi il seguito di questo post »

Annunci

Perchè vado a scuola

Postato il Aggiornato il

Rinchiudersi, per propria scelta, tutte le sere, fra quattro mura. Niente più cinema,  partite di calcio alla tv, cene con gli amici. E anche trovare affetti nuovi o coltivarne di vecchi diventa complicato. Rinchiudersi per  ascoltare,cercare di capire,prendere appunti,fare fatica lottando con la stanchezza che pesa come un macigno dopo una giornata di lavoro. Andare alle scuole serali quando si sono superati i 50 anni.

Tutto questo si può spiegare con motivazioni forti. Riprendere un cammino interrotto tanti anni prima,cercare di ottenere un titolo di studio per un avanzamento di carriera o anche, semplicemente, per una soddisfazione personale. Esiste però un altro motivo per una scelta come questa. La curiosità. Scoprire ciò che ancora non si conosce non solo per un fine pratico ma per il gusto stesso della scoperta. Leggi il seguito di questo post »

Una classe di amici

Postato il Aggiornato il

Che dire? Sono uno studente del serale giunto all’ultimo agognato anno. Un percorso che iniziò nel settembre del 2011 e che quest’anno giungerà al termine (spero nel migliore dei modi per tutta la mia classe xD ).

In tre anni ho conosciuto molte persone e ho imparato molto da ognuna di esse. Perché la scuola oltre a svolgere la propria mansione più classica ti permette anche di confrontarti con altre persone e ti da’ la possibilità di apprendere non solo attraverso i libri e le lezioni ma proprio attraverso le persone stesse, con le loro esperienze e la loro storia.

Come dicevo in precedenza: ultimo anno! Lo si sogna dal momento dell’iscrizione (quasi tutti lo fanno), lo si aspetta con trepidante attesa con la gioia di poter finalmente arrivare al traguardo e conseguire l’obiettivo, ed è così anche per me! Leggi il seguito di questo post »

Invictus

Postato il Aggiornato il

William Ernest Henley (1849-1903) è stato un poeta inglese. A 12 anni si ammalò gravemente di tubercolosi e per la malattia subì l’amputazione della gamba sinistra.

Fu grande amico di Robert Louis Stevenson che si ispirò a lui per creare la figura del pirata Long John Silver ne L’isola del tesoro.

Henley combatte tutta la vita contro la sua malattia e rischiò l’amputazione della gamba destra. Per i chirurghi dell’epoca infatti l’amputazione era l’unica soluzione.

Ma Henley con grande coraggio e determinazione decise, per evitare l’amputazione, di sottoporsi alle cure innovative di Joseph Lister (1827-1912) che rivoluzionò la chirurgia salvando molte vite umane con l’invenzione del metodo antisepsi.

Mentre era in ospedale nel 1875 scrisse la sua poesia più famosa, Invictus: Leggi il seguito di questo post »

Un anno di sapere

Postato il Aggiornato il

Natale si avvicina. E’ tempo di regali, protesta dei forconi e crisi economica permettendo.
Prima di Natale tutti stressati nel traffico del centro o nelle folle dei centri commerciali per comprare i regali.
Dopo la mezzanotte, aperti i pacchi quante delusioni, taglie sbagliate, regali sproporzionati, troppo costosi, poco costosi, riciclati.
E allora perché non regalare… un anno di sapere?

In fondo, la cultura non ha prezzo… e non va mai in saldo.

Regalate l’iscrizione al prossimo anno scolastico del corso serale dell’Avogadro!

P.s. Per informazioni su come regalare un buono di iscrizione al prossimo anno scolastico dell’Avogadro Serale trovate tutti i riferimenti, mail e telefono nella sezione Info del menu in alto.

Dream

Postato il Aggiornato il

Vorremmo iniziare questo blog con una frase tratta dalla mail di un allievo:

Trovo sempre gente

nel pullman

senza speranza

Per due motivi.
Il primo motivo è che ci ricorda la magia di una poesia ermetica o di un haiku giapponese nel suo racchiudere un mondo o una verità in poche sillabe.
Il secondo motivo è che ci piacerebbe invece che questo allievo come tutti i nostri allievi, trovasse nella nostra scuola ‘gente con tante speranze’.
In fondo una scuola serale termina a ridosso della notte quindi delle ore in cui si è più propensi a sperare e a sognare.
E allora ecco l’invito a tutti voi lettori del blog a scrivere e a raccontarci delle vostre speranze e dei vostri sogni, quelli da realizzare o magari anche quelli già realizzati (parlo anche con voi, si proprio voi ex allievi del corso serale).
In fondo se qualcuno non avesse sognato di volare, forse ancora oggi andremmo solo a dorso di mulo.
E allora aspettiamo i vostri racconti perchè:

We have Avo a dream

P.s. Il 28 agosto 1963 Martin Luther King pronunciava un discorso che sarebbe passato alla storia: ‘I have a dream’. Il 28 agosto 2013 sono passati cinquanta anni esatti. Una traduzione integrale di quel discorso la trovate qui.